IL PROPRIETARIO IL PROPRIETARIO
Il ProprietarioInformaDonnaInfoHouse
CERCA NEL GIORNALE:
IMMOBILICONDOMINIOECONOMIA E FINANZAGLI ESPERTI RISPONDONOBENESSERE CASACONSIGLI PRATICIFacebook

Assistenza ad una persona malata in casa: prendersi cura di sè

Nell'articolo precedente ci eravamo lasciati affermando che oltre allo sforzo fisico e la postura, il condizionamento emotivo può provocare una eccessiva tensione muscolare la quale aggrava sensibilmente l'inevitabile sforzo fisico. Cosa deve fare colui o colei che assiste un malato in casa? Quali accorgimenti deve tenere in considerazione per non cadere in situazioni emotive tali da sfociare in vere e proprie forme depressive? Vediamole insieme.
La maggiore sfida che un soggetto deve affrontare è senz'altro quella di dover gestire gli impegni assistenziali, sapendo che questo compito implica un grande dispendio di energia sia fisica che emotiva. Ancor di più questo avviene quando si deve assistere un familiare, con il quale si ha, inevitabilmente, un legame affettivo. Anche se l'assistenza può essere gratificante, indice indubbiamente di affetto riposto nei confronti di un malato, ciò può trasformarsi in una condizione emotivamente esasperante, escludendo tempo ed interesse per se stessi. Questo stato d'animo si aggrava nel momento in cui l'assistito si aggrava o subentrano situazioni spiacevoli, incontrollabili o critiche. È questo il momento, allora, di imparare a gestire le situazioni che si presentano, anticipando e contrastando sia gli impegni e lo stress che ne consegue. È in questo momento che imparare a sviluppare la capacità di risolvere particolari problemi, gestire lo stress ed aumentare la propria autostima diventano determinanti per continuare a portare avanti questo gravoso impegno.
È risaputo che vivere sotto stress riduce la nostra capacità di affrontare situazioni difficili ed essere realistici sulle scelte da fare. In questo contesto sarà necessario imparare a ridurre i pensieri negativi, incrementando l'autostima e inserire nella prorira esistenza delle attività piacevoli, capaci di ammortizzare tutta la tensione che si è accumulata. Si potrebbe arrivare a considerare piaceri e svaghi più che leciti dei veri e propri lussi, a cui un soggetto che assiste un malato non può permettersi. Attenzione quindi a considerare indispensabile un saggio bilanciamento di tutti quei fattori che portano a ricaricare sia il corpo che la mente. Relax, una corretta alimentazione, attività gratificante, sono la base per una buona salute per ogni essere umano. Si scelgano attività che piacciono, che fanno stare bene, che permettano alla mente di staccare momentaneamente dall'impegno che si è assunti. Ancor di più questi accorgimenti dovrebbero essere tenuti in seria considerazione per tutti coloro che assistono un malato in casa.

Per informazioni rivolgersi all’associazione FEDERCASA e inviare una richiesta cliccando qui.


Dott. Ezio Rittà Terapia Fisica e Riabilitativa - Osteopatia
 http://ezioritt.wix.com/studioritta

Notizie Correlate:
Offerte
Rassegna stampa
Seleziona IL PROPRIETARIO di paese:

AREA DOWNLOAD
SCIOGLIDUBBI
MODULISTICA
TESSERATI
TABELLE UTILI


LINK UTILI
ISTAT
Banner
Accordi e convenzioni
Il Proprietario Testata iscritta al tribunale di Mondovì n. 4/95 - - - Pagine Visitate:543726
FEDERCASA s.r.l. Via Sant'Agostino 13 - 12084 - Mondovì - CN | P.IVA 02462380045 | CAM.COM. di CN REA 177910 | Capitale sociale int. versato € 10.329,00