Tabella riassuntiva delle agevolazioni fiscali 2020 – prima parte

Tabella riassuntiva delle agevolazioni fiscali 2020 – prima parte

Pubblichiamo in due puntate una tabella riassuntiva basata sulla Legge di Bilancio 2020 inerente tutte  le agevolazioni fiscali per acquisto mobili ed elettrodomestici, ristrutturazioni edilizie ed interventi di risparmio energetico e antisismico.

Iniziamo con le agevolazioni per l’acquisto dei mobili e per le ristrutturazioni edilizie:

Acquisto mobili e grandi elettrodomestici con detrazione IRPEF (es.: frigoriferi e lavastoviglie) di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), per apparecchiature per le quali sia prevista l’etichetta energetica, “finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione”

Importo massimo della spesa su cui calcolare la detrazione:

• dal 6.6.2013 al 31.12.2020 = 10.000 euro (le spese di cui alla presente misura sono computate, ai fini della fruizione della detrazione d’imposta, indipendentemente dall’importo delle spese sostenute per i lavori di ristrutturazione che fruiscono delle detrazioni Irpef)

Ristrutturazioni edilizie con detrazione IRPEF, divise per i seguenti interventi:

per le singole unità immobiliari residenziali:  interventi di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia

– per le parti comuni di edifici residenziali: interventi di manutenzione ordinaria, manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia

realizzazione di autorimesse o posti auto pertinenziali, eliminazione di barriere architettoniche, bonifica dall’amianto, opere per evitare infortuni domestici,

interventi per prevenire atti illeciti, cablatura edifici, risparmio energetico ecc.

Importo massimo della spesa su cui calcolare la detrazione:

Dal 26.6.2012 al 31.12.2020 = 96.000 euro moltiplicato per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio, se trattasi di interventi su parti comuni Dall’1.1.2021 = 48.000 euro.

Possibilità di cessione crediti ai fornitori dal 30.6.2019 al 31.12.2019, per le opere finalizzate al conseguimento di risparmi energetici, i soggetti beneficiari della detrazione possono optare per la cessione del corrispondente credito in favore dei fornitori dei beni e servizi necessari alla realizzazione degli interventi. Le modalità operative sono state definite con provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate del 31.7.2019

Nel prossimo articolo seguirà la tabella inerente il risparmio energetico e antisisimico.

Per informazioni rivolgersi all’associazione FEDERCASA – 0174 47471 oppure scrivere inviate una richiesta cliccando qui.

2 Commenti su "Tabella riassuntiva delle agevolazioni fiscali 2020 – prima parte"

  1. Avatar BONGIOVANNI VALTER ha detto:

    La cessione del credito ai fornitori non viene accettata da quasi nessuno. E una strada poco percorribile. La detraibilità nei 5 anni del contribuente non trova capienza per i normali contribuenti con reddito da 10 a 40 mila euro per cui è una norma illusoria

    1. Fiorenzo Bosio Fiorenzo Bosio ha detto:

      Sostanzialmente la sua analisi è esatta. Ha ragione, è un bonus all’italiana che vale per pochissimi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricerca

Newsletter

Procedendo accetti la Privacy Policy.

Seguici sui social!